IMPIANTO DI POTABILIZZAZIONE ACQUA DI MARE
PER L'APPROVVIGIONAMENTO IDRICO DI AGRIGENTO

L'impianto di produzione di acqua dissalata/potabile, sito nell'area industriale di Porto Empedocle, viene alimentato con acqua di mare prelevata tramite la condotta sottomarina a mt. 650 dalla costa.
L'impianto di produzione ad osmosi inversa ha una resa netta di produzione istantanea di acqua dissalata/potabile pari a 120 litri per secondo (vale a dire 432 metri cubi ogni ora), con acqua di mare in ingresso pari a 300 litri per secondo.
Grazie alla
Campione Industries S.p.A. la città di Agrigento dispone di una fonte di approvvigionamento, in aggiunta alle altre risorse idriche sinora utilizzate, realizzando un passaggio fondamentale nel processo in corso che la porrà, sotto il profilo del soddisfacimento del fabbisogno idrico delle famiglie, tra le città meglio servite.

DESCRIZIONE DELL'IMPIANTO

  • Stazione di presa acqua mare

  • Opera di presa acqua mare

  • Stazione di pompaggio acqua mare

  • Sezione di pretrattamento

  • Stazione di dosaggio prodotto disinfettante

  • Sistema di prefiltrazione autopulente per la rimozione delle sabbie

  • Sistema di dosaggio prodotto flocculante inorganico ed organico

  • Filtri multistrato a sabbia + antracite

  • Sezione di dissalazione ad osmosi inversa

  • Filtri di sicurezza a cartucce

  • Sezione di pressurizzazione acqua mare a 65 bar

Requires Flash Player 9

Gruppi di osmosi inversa idonei a dissalare acqua di mare
Il processo è basato sull'impiego di membrane semipermeabili che, alimentate con acqua di mare filtrata, ad elevata pressione, lasciano passare l'acqua trattenendo i sali disciolti contenuti nell'alimento, con una reiezione maggiore del 99 per cento. Infatti, l'acqua da dissalare (avente un contenuto salino pari a ~ 42.000 mg/l), pressurizzata a ~ 65 bar, entra nel gruppo di membrane e viene separata in due fasi: il permeato, ovvero la parte di acqua a basso contenuto salino (~ 400 mg/l) ed il concentrato (salamoia) ad elevato contenuto salino (~ 63.000 mg/l). Il permeato viene inviato al successivo stadio di remineralizzazione, mentre il concentrato viene inviato alla vasca di raccolta e rilancio allo scarico a mare.
Il processo di dissalazione ad osmosi inversa, contrariamente ai processi di dissalazione termici (evaporatori) non aumenta la temperatura dell'acqua potabilizzata rispetto all'acqua di mare.

Sezione di remineralizzazione
Il permeato in uscita dalla sezione di dissalazione ad osmosi inversa è un'acqua con ottime caratteristiche qualitative, già in accordo con i "Acceptability Aspects" previsti dalle "Guidelines for drinking water quality" del "W.H.O. (World Health Organization)". Comunque, come da prassi per queste tipologie di acque potabili, si prevede di aumentare il contenuto di durezza totale e di alcalinità. Tale trattamento consente altresì di avere un'acqua potabile senza effetto corrosivo sulle tubazioni di distribuzione.


Stazione di dosaggio prodotto sterilizzante (sodio ipoclorito in soluzione al 15 per cento)

Il permeato in uscita dall'osmosi inversa è sterile, comunque per evitare il possibile sviluppo di colonie batteriche nella sezione di raccolta e rilancio dell'acqua dissalata viene aggiunto cloro attivo (sodio ipoclorito in soluzione al 15 per cento) per l'ossidazione degli eventuali batteri/virus, ottenendo così la sicurezza di inviare nell'acquedotto un'acqua batteriologicamente pura.
Dopo i trattamenti descritti l'acqua prodotta è idonea al consumo umano.